Tutti pazzi per le Airpods

Tutti pazzi per le Airpods

Accolte con una certa diffidenza nel lontano 2016, oggi le cuffie wireless di Apple sono diventate un vero e proprio “must have”.

Le AirPods hanno raggiunto un livello di diffusione tale da non passare di certo inosservate, basta camminare per le strade della tua città per accorgersene.

Arrivano nei negozi verso la fine del 2016 ma, come successe per iPhone prima e per iPad poi, non vengono comprese subito, complice anche il prezzo di 179€, nettamente superiore a quello dei classici EarPod con il filo.

D’altronde il mercato degli auricolari True Wireless era solo all’inizio: il pubblico non era abituato all’idea di avere delle cuffie senza fili dotate di astuccio di ricarica e in fondo il caro vecchio filo svolgeva bene la sua funzione. Perché abbandonarlo? Ma già dal Natale del 2016 negli Stati Uniti il mercato delle cuffie senza fili iniziò a crescere a ritmi elevati.

Nel corso del 2018 le ricerche online sul prodotto sono addirittura triplicate. Facili da configurare e comode da indossare, le AirPods puntano su un mix di semplicità e praticità, elementi che hanno portato alla loro diffusione su scala globale.

Soprattutto il design ha conquistato fin da subito il pubblico. E la moda si è diffusa a macchia d’olio. Infatti sempre più sportivi, attori, politici e influencer si sono fatti ritrarre con le cuffie di Apple. Da Jake Gyllenhaal a Chris Evans, passando per Usain Bolt e Cristiano Ronaldo, le AirPods sono diventate un accessorio sempre più presente negli scatti dei VIP, sulle riviste e sui loro profili social. Anche in Italia i fan non mancano: Bebe Vio, Federica Pellegrini, Marco Mengoni e Claudio Santamaria sono solo alcune delle celebrità nostrane ad aver postato sui social network delle immagini in cui indossano le AirPods.

Visualizza l'immagine su Twitter

𝕒𝕝𝕖𝕩@uhhdamn

Questa è la storia di un prodotto partito in sordina che, nel giro di pochi anni, si è trasformato in una vera e propria icona, apprezzata trasversalmente da giovani ed adulti. Un successo talmente grande da creare un vero e proprio mercato parallelo di cloni cinesi. Ora, con il recente lancio delle AirPods 2, inizia un nuovo capitolo. Apple ha lasciato il design invariato, ma ha dotato le cuffie di un elemento che al primo modello mancava: la ricarica wireless per la custodia. Ma non finisce qui: le nuove AirPods 2 consentono anche di richiamare l’assistente vocale Siri direttamente con la voce e con questo ulteriore tassello dell’evoluzione di Apple il futuro appare oggi più roseo che mai.